Breve ricostruzione e curiosità sulle incisioni presenti nel portico della chiesa di San Bartolomeo a Caspano.

Quando si visita il portico della chiesa di Caspano è impossibile non chiedersi cosa sono quelle incisioni sulle lastre sotto le arcate. Dopo averle fotografate e chiesto in giro, alla fine ho reperito alcune informazioni. Quanto riportato qui di seguito è solo un riassunto ed una semplificazione del significato di queste misteriose incisioni. Per una comprensione completa è necessario seguire i link riportati alla fine di questo post e leggere gli articoli originari.

Cosa sono quelle incisioni presenti nel portico della chiesa di San Bartolomeo a Caspano?

Si tratta di un antico gioco denominato Pecore e lupo.
Sono presenti diversi tavolieri molto simili tra loro e tutti sono stati eseguiti sulle lastre che ricoprono il parapetto del porticato.
Le regole del gioco erano semplici e si poteva giocare in due persone. Un giocatore interpretava il ruolo del lupo con una pedina e l’avversario quello delle pecore con dodici pedine. Il lupo vinceva se riusciva a mangiare tutte le pecore le quali invece potevano vincere solo se riuscivano a rinchiudere il predatore nella sua tana impedendogli ogni movimento.

Le pedine utilizzate, che non sono più presenti, erano probabilmente dei semplici bottoni o delle piccole pietre di colori differenti.

Quali sono le origini di questo gioco?

I giochi sui tavolieri, come quello presente a Caspano anche se con notevoli differenziazioni grafiche, hanno probabilmente origini arabe. Erano chiamati Alquerque e furono portati in Spagna dai Mori dove ebbero grande diffusione. Il gioco delle Pecore e lupo si diffuse in seguito in Francia ed in buona parte d’Italia dove sono presenti molti esempi di questi tavolieri anche se con disegni e modalità di gioco differenti.

Quando furono eseguite le incisioni presenti nel portico?

Difficile se non impossibile datare le incisioni, si sa solo che la chiesa fu consacrata nel 1355. E’ probabile che le incisioni, i tavolieri, le iniziali e i simboli presenti nel portico della chiesa di Caspano siano stati eseguiti dopo il 1608 quando il cimitero allora presente nell’area fu dichiarato di libero accesso.

Perchè il gioco Pecore e lupo di Caspano si trova in un’area sacra?

La presenza di questo tipo di giochi in aree sacre erano la normalità. In passato i luoghi sacri non erano solo luoghi di preghiera ma anche luoghi d’incontro e socializzazione. Nel caso del portico della chiesa di Caspano risulta certo che quest’area fosse una volta adibita a cimitero, anche se poi, a partire dal XIV secolo, il complesso parrochiale venne più volte modificato fino ad assumere l’architettura che oggi vediamo.

L’usanza di socializzare e giocare all’interno dei luoghi sacri non era considerata come qualcosa di irrispettoso, anzi, l’utilizzo di questi spazi da parte di cattolici e protestanti era autorizzata e considerata come una normalità.

Il gioco Pecore e lupo era diffuso in tutta la Valtellina?

Difficile da confermare. Sembra che il tipo di incisioni presenti a Caspano siano uniche in Valtellina e al momento solo in pochi altri luoghi del nord Italia sono presenti tavolieri simili.

Info:

Serena