In questo periodo il B&B Costiera dei Cech è chiuso! Risponderemo alle Vostre mail il prima possibile.

Escursione alla Croce GAM (Cima GAM) – Costiera dei Cech

13 Aprile 2018

L’escursione alla Croce GAM (Cima GAM), sulla Costiera dei Cech, è una salita non semplice e abbastanza lunga che permette di visitare luoghi poco frequentati e molto caratteristici. Solo per esperti di montagna e della zona.

In Breve:

  • Dislivello: 1500 metri
  • Tempo di percorrenza: 5 ore
  • Difficoltà escursionistica: EE (terreno a tratti molto ripido)
  • Quota cima: 2585 m
  • Sentiero: n°23 fino all’Alpe Visogno, poi solo tracce, qualche segno e ometti.

Località di partenza:
Poira di Civo al termine della strada che da Morbegno raggiunge prima Dazio e poi Serone.
Arrivati all’incrocio della Frazione Chempo si svolta a sx e si continua fino al fine della strada. Parcheggio.

Salita:
dal parcheggio andare in direzione del piccolo campo da calcio e individuare a sx le indicazioni per il Bivacco Bottani.

Seguire l’evidente e ripido sentiero fino ad incrociare la pista tagliafuoco della Costiera dei Cech. 1 ora.

Attraversare la stradina e continuare lungamente fino a raggiungere Pre Soccio a quota 1653. 40 minuti.

Continuare a salire puntando in alto a sx (tratto con sentiero poco visibile) fino a dove il prato finisce e riappaiono i segnavia.
Si continua tra prati e vallette fino a raggiungere l’Alpe Visogno a 2000 m. 1 ora.

A questo punto a sinistra si riconoscono i 3 Cornini che svettano da una antica morena di un ghiacciaio.
Il percorso per raggiungere la morena è libero, ma consiglio di salire ancora per un centinaio di metri di dislivello in direzione del Bivacco Bottani, visibile in alto a dx, e poi di attraversare orizzontalmente la valle fino ad individuare una cengia che porta con facilità sul filo della morena.

Proseguire per tracce all’inizio evidenti lungo tutto il filo della morena fino ad arrivare ad un ripido pendio erboso che si risale verso sx con percorso molto esposto su erba.
Si raggiunge dopo circa 10 minuti una ampia zona pianeggiante sulla dx che si tralascia per proseguire ancora fino ad una zona con grossi massi dove ricompaiono segni e ometti.

E’ molto importante non sbagliare a questo punto cercando ipotetici percorsi più semplici per raggiungere la cima:
proseguire in diagonale verso dx fino a raggiungere un massiccio sperone roccioso con segnavia. Risalire il canalone con percorso ripido fino a raggiungere una bocchetta sulla dx (poco visibile in salita e in discesa), attraversare leggermente e risalire un’altro ripido canalone con erba e roccette. Si passa un breve tratto molto ripido, dove a seconda del percorso scelto può essere necessario usare le mani per la progressione. Alla fine la pendenza diminuisce e con percorso a zig-zag si raggiunge la cresta e, proseguendo sulla sx, la Croce GAM a quota 2585 m.
Panorama magnifico, totale 5 ore.

Discesa:
per lo stesso itinerario, facendo molta attenzione nel tratto più ripido.

©Paesi di Valtellina su mappa da base Swisstopo.

Itinerario collegato:
è possibile dividere in due questa lunga salita pernottando al Bivacco Bottani.
Durante la discesa si possono visitare i 3 Cornini che si trovano sul filo della morena.

Storia:
la Croce G.A.M. è stata posata nel 1982. Il termine GAM è l’abbreviazione di Gruppo Aquile di Morbegno.

Altro:
Ulteriori informazioni sul sito Paesi di Valtellina , che ha elaborato la mappa da base Swisstopo.
Mappa consigliata: Kompass n°92 dove però non è segnata ne la cima ne la quota. Si trova comunque tra la Cima di Malvedello e il Monte Sciesa.

Sere