La raccolta delle erbacce commestibili è una forma di disobbedienza civile, lontana anni luce dallo sfruttamento e dalla devastazione del territorio. E’ una attività senza leggi di mercato, senza prezzi e senza sacchetti monouso da 0,01 cent.

Prendo solo quello che mi serve, non di più.
Raccolgo manualmente e non torno sullo stesso posto per molti giorni o addirittura per un anno.

La forza in una manciata di foglie!
Le erbe spontanee sono un concentrato di principi nutritivi e la raccolta delle stesse ti riavvicina alla natura e ai suoi ritmi.

Dolci, colorate e saporitissime!…ma ci vuole tanta pazienza a raccoglierle.
Spesso ci vuole occhio per individuare le erbe spontanee in mezzo all’erba alta, altre volte sono loro a richiamare la tua attenzione.

L’erbaccia più conosciuta e raccolta di sempre.
Scompare del tutto solo nei mesi più freddi e il suo grado di amarezza varia da stagione a stagione.
I bambini e non solo, aiutano volentieri il fiore ed i semi a raggiungere nuovi terreni da colonizzare.

Spesso in natura i colori sono un avvertimento: guardatemi ma non toccatemi.
In questo caso si può toccare e mangiare tranquillamente.

⇒ Altre erbacce commestibili da raccogliere ⇐

Sere