La neve è tornata a coprire le montagne, stendendo una fredda coltre di bianco silenzio durante la notte.

L’arrivo della neve era nell’aria.
Il suo profumo freddo che irrita le narici era percepibile già da qualche giorno e poi quel grande alone che avvolgeva la luna qualche notte fà era un segnale inequivocabile.

Fredda, silenziosa e notturna.
E’ così che la neve è tornata a coprire le montagne, stendendo una fredda coltre di bianco silenzio durante la notte.

Tracce di cervi e caprioli nella neve.
Impronte superficiali e sottili altre profonde e massicce.
In alcuni tratti di neve profonda, oltre alle impronte degli zoccoli, era visibile anche una lieve conca lasciata dalla pancia.

Inverno.
Giornate corte e nuvolose. Il freddo amplifica il silenzio e la neve rende ovattato l’ambiente, la primavera sarà ancora più bella del solito.

Speriamo che smetta continui di a nevicare.

Serena